Seguiteci su: facebook-icon   Segui Eureka su LinkedIn

carrello spesa benessere nel piattoChi sa cucinare, conosce gli alimenti e ha fantasia; è in grado di preparare piatti salutari con materie prime semplici e poco caloriche, e nella pratica è agevolato! Chi non è altrettanto ferrato, da dove può iniziare?

 

Non da salumi, affettati o alimenti pronti, molto calorici e spesso pieni di additivi.

La risposta è semplice: partire dalla conoscenza degli alimenti, come cucinarli, come e dove acquistarli pianificando la spesa.

Fare la spesa e cucinare sarebbero delle attività divertenti e gratificanti se si potessero praticare secondo l’umore e l’ispirazione del momento, ma visto che si devono mettere in pratica una o due volte al giorno, in mezzo ad altre decine di impegni, bisogna pianificare e organizzare la spesa seguendo delle regole che possono aiutare a risparmiare tempo, salute e denaro.

Iniziamo dal denaro: se vogliamo risparmiare, il primo suggerimento è di evitare gli acquisti impulsivi, perché rischiamo di comprare più di quanto necessitiamo finendo per buttare cibo deperibile non consumato. Per evitare di trovarci in questa situazione e per regolarci nell’acquistare le quantità giuste, è conveniente programmare in anticipo il menù settimanale. Un classico libro di cucina, o un buon sito di ricette vi daranno l'ispirazione per sperimentare qualche piatto nuovo in tavola.

Il secondo suggerimento consiste nello stilare la lista della spesa e soprattutto rispettarla! La lista ci consente di acquistare in modo consapevole, senza cedere alle voglie del momento e alle lusinghe del marketing.

Il terzo suggerimento ci farà sorridere ma è altrettanto importante dei primi due: mai fare la spesa digiuni, meglio dopo pranzo o dopo uno spuntino saziante J.

Ed ora …entriamo al supermercato.

supermarket

Partiamo con riempire il carrello di frutta e verdura: sono alimenti che, secondo la campagna del Ministero della Salute, devono comparire per 5 volte “5 razioni al giorno”. Questi prodotti hanno un costo ragionevole e spesso costano molto meno di una merendina, soprattutto se sono di origine nostrana o europea e se sono di stagione. Sono sicuramente più sani perché sono privi di additivi e conservanti e, soprattutto, se ci si orienta sugli alimenti biologici, sono ricchi di sali minerali, vitamine ed hanno notevoli effetti benefici per l’organismo, come confermato da tutto il mondo scientifico.

spesa supermercato

Poi, passiamo, nel nostro giro di acquisti, al settore cereali e derivati e acquistiamo pasta, riso, orzo, farro, pane, grano saraceno, mais e farine integrali: lasciamo perdere pane lavorato, focacce, pizzette, grissini, crakers, gallette. Cerchiamo cereali integrali per la prima colazione, controllando che non ci siano zuccheri aggiunti.

Andiamo, poi, al banco della frutta secca e dei semi da aggiungere alle insalate o allo yogurt.

A proposito di yogurt e latte, per la prima colazione acquistiamo prodotti non solo derivati da latte vaccino, ma alterniamolo con bevande a base di soya, di mandorla, di farro, riso e avena, sempre senza l’aggiunta di zucchero. Ricordiamoci di comprare anche altri alimenti per il primo pasto della giornata, come frutta da frullare o da spremere o da consumare intera, con pane a fette da spalmare con una buona marmellata, con la ricotta, o altro formaggio fresco aggiungendo frutta secca e semi.

spesa supermercato

E poi passiamo all’acquisto di carne, pesce, uova, formaggi e legumi. Prevediamo la rotazione di questi alimenti ricordandoci che il pesce fresco è molto deperibile, quindi è consigliabile consumarlo il giorno stesso della spesa, oppure acquistare prodotti della pesca surgelati. Per quanto riguarda la carne ovina, suina e bovina, il consiglio è di acquistare possibilmente solo quella fresca, evitando di acquistare la carne conservata o processata. Per quanto riguarda i formaggi ci vorrebbe un articolo a parte. Per i bambini sono più adatti i formaggi freschi (mozzarella, primo sale, crescenza, ecc).

Infine, compriamo legumi secchi o freschi abbondando nella varietà dei legumi (fagioli bianchi e non, lenticchie, ceci, piselli, soia) ricchi in proteine e, in quanto vegetali, privi di colesterolo. Sono squisiti da aggiungere ai primi piatti o da consumare al posto della carne, magari sotto forma di polpette.

Facciamo rifornimento di aromi come aglio, salvia, rosmarino, prezzemolo, erba cipollina, alloro ..., ma anche di spezie come pepe, cumino, curcuma, zenzero, peperoncino, curry, preziose per arricchire di sapore anche i piatti piu' semplici.

Non dimentichiamo una bottiglia di olio di oliva extravergine spremuto a freddo e dei limoni biologici.

Evitiamo con cura di passare vicino a bibite, merendine, snacks dolci o salati, aperitivi e i liquori.

Un’ultima raccomandazione: preferire i prodotti sfusi per evitare inutili e ingombranti imballaggi, e quando si acquista un prodotto imballato controllare che possieda un marchio o un’etichetta che certifichi l’attenzione dei produttori nei confronti dell’ambiente

Continuate a seguirci su queste pagine, nei prossimi articoli vi suggeriremo varie ricette salutari e veloci da realizzare che piaceranno a tutta la famiglia!

Cascina Cappuccina

WeMi piattaforma dei servizi domiciliari del Comune di Milano

servizi educazione finanziaria

Asili nido Eureka!

banner5x1000